Danzare con tatto emotivo® - www.ctolmi24.it
1979
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-1979,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Danzare con tatto emotivo®
bambini e ragazzi

Esperienza che unisce Danza e Gestalt counseling
Progetto in collaborazione con il Centro Studi Terapia della Gestalt (Bolzano-Trento)

 

Cosa accadrebbe se invece di
limitarci a costruire la nostra esistenza,
avessimo la saggezza o la follia di danzarla? (R. Garoudy)

 

 

Quando: mercoledì 9 ottobre – 11 dicembre  (10 incontri) – sala rossa

alle 16.00 alle 17.15 per la fascia 11 – 13 anni
dalle 17.15 alle 18.15 per la fascia 6 – 10 anni
Costo: 95 euro
Iscrizioni: scrivere a prenotazioni@articoimpresasociale.it
 
Il percorso fa vivere a bambini e ragazzi esperienze sensoriali, corporee, emozionali, intellettive e verbali che aprono ad un’infinita gamma di possibilità creative. Le esperienze vissute danzando, creando, divertendosi ed emozionandosi, li aiutano a comprendersi e a superare in autonomia le loro difficoltà. Ottimo percorso per chi è segnalato con ADHD, DSA, leggere forme autistiche che permettono l’integrazione nel gruppo.
La metodologia utilizzata darà molta importanza al processo esperienziale ed educativo. L’eventuale performance finale sarà la naturale conclusione del percorso evitando ansie da prestazione.
Negli incontri aumento il potenziale comunicativo ed espressivo del corpo facendo sperimentare nuovi gesti e movimenti senza l’utilizzo di rigide tecniche di danza. 
Più il corpo amplia il suo bagaglio di movimenti più è in grado di tradurre esperienze emotive, racconti, sensazioni che nel momento presente emergono.
Il percorso rende visibile l’invisibile del proprio mondo interno, anche grazie all’utilizzo di musica, poesia, immagini che amplificano le emozioni individuali condivise, in modo adeguato all’età, con il gruppo.
Danzare è esprimere la propria umanità.
Con il corpo che si ha e le emozioni che lo abitano.
Con la propria storia ed età.
Danzare è superare i propri confini, per proiettarsi nel mondo e interagire meglio con esso, per mettere in relazione l’ambiente dentro e fuori di noi.
Danzare con tatto emotivo® fa vivere esperienze che avvicinano, avvolgono, trasformano, creano contatto, conoscenza e accettazione di come si è, creando bellezza, armonia e benessere.
Più che una forma di terapia, Danzare con tatto emotivo® è un sistema operativo ed esperienziale a mediazione artistica e coreutica che ho elaborato secondo l’approccio della Terapia della Gestalt, ispirata all’impostazione della #pedagogia immaginale e della #controeducazione, unitamente alla #danzeducativa. 
 

Elisabetta Ghetti

Pedagogista clinica, esperta nel miglioramento dello stile di vita, formatrice, danzatrice.
Cerco di migliorare lo stile di vita delle persone secondo un’ottica sistemica che contempla la globalità dell’individuo fatta di emozioni, pensiero e corpo in relazione all’ambiente, per aiutare a vivere meglio, in modo più sereno e più sano.
La dimensione creativa, che nello specifico del mio progetto, è legata alla creatività del corpo e alla danza, può svolgere un ruolo fondamentale per il benessere globale della persona.
La mia formazione coreutica è nutrita da competenze psico-pedagogiche legate all’autobiografia, alla clinica della formazione, alla pedagogia immaginale e alla controeducazione. Faccio parte del gruppo di gaia e diffusa educazione diretto da Paolo Mottana (Scienze della formazione UNIMIB) 
Il percorso di formazione (in conclusione) con il CSTG (milano-Bolzano) come Gestalt Counselor sta completando il mio attuale profilo professionale.
 

Quale danza?

La danza utilizzata è slegata dall’insegnamento di tecniche e unisce più stili e metodologie didattiche della danza contemporanea, in una sintesi sistemica e personale di Danzeducativa, Danza Terapia (metodo Fux), Contact Improvisation (danceability e danza sensibile), Authentic Movement, Teatrodanza.
I miei recenti studi e pratiche sulla Terapia della Gestalt stanno sviluppando un’evoluzione della metodologia coreutica utilizzata, per l’integrazione del mondo emotivo e dei rapporti dell’individuo con l’ambiente.
Una danza, quindi, che ritorna ad essere espressione estetica naturale dell’individuo, nella sua globalità, come ulteriore canale di comunicazione creativa, come via di benessere e sollievo.