IL FASCINO DEL FIGURATIVO

Corso di disegno e pittura per adulti

 

Prima lezione di prova gratuita!

Orari:

mercoledì dal 2 ottobre al 4 dicembre

turno mattutino h 9.30 – 12.00 

primo turno pomeridiano h 15.00 – 17.30

secondo turno pomeridiano h. 17.30 – 20.00

 

NOVITA’ turno serale
20.30 alle 23.00 il Martedì dal 1 ottobre al 3 dicembre (10 incontri)

 

NOVITA’ turno venerdì mattina
9.30 alle 12.00 il Venerdì dal 18 ottobre al 20 dicembre (10 incontri)

 

Il corso intende proporre un lavoro di studio e indagine sulla figurazione. Saranno affrontati, in particolare, la figura umana ed il ritratto, con la possibilità tuttavia di spaziare anche su differenti filoni. Il lavoro potrà strutturarsi attraverso strumenti sia grafici sia pittorici.
Il laboratorio è aperto tanto ad artisti con già esperienza di pittura e disegno quanto a chi intenda invece approcciarsi per la prima volta alla pratica artistica.

Obiettivo del corso è infatti quello di fornire strumenti tecnici e didattici di base ai partecipanti, per farli poi proseguire in percorsi individualizzati a seconda delle singolari personalità e attitudini. Al termine del laboratorio l’allievo dovrebbe essere in grado di avere una più consapevole e ampia conoscenza delle proprie capacità espressive, che si cercherà di sviluppare e consolidare attraverso il confronto sia con l’insegnante, sia con gli altri partecipanti.

 

Costo per turno (compresa la prova gratuita)

165 euro UNDER 29

190 euro  OVER 29

 

 

Condotto da:

Jacopo Dimastrogiovanni, nato a Livorno nel 1981. Vive e lavora a Trento.

Laureatosi con lode presso l’Ateneo trentino di Giurisprudenza nel 2006, decide tuttavia di non intraprendere la carriera forense e comincia allora un percorso di perfezionamento artistico, dopo anni di studio autodidatta: dal 2007 al 2011 frequenta quindi il laboratorio di Pittura – tecniche miste con Silvio Lacasella presso l’Accademia di Belle Arti di Verona.

Profondamente influenzato dalla pittura antica, in particolare da quella barocca, che studia e colleziona, nella realizzazione delle sue opere parte sempre da un appiglio figurativo, che tuttavia progressivamente logora e deforma, estrapolando la figura da qualsiasi contestualizzazione o “ingabbiamento” identitario. Parallelamente, l’aspirazione a scavare nelle profondità dei soggetti raffigurati si traduce nell’esigenza di aggredire fisicamente la superficie pittorica, raschiando la tela con spazzole o con il dorso del pennello stesso. Dopo quest’opera di disfacimento, intraprende allora una parziale ricostruzione dei tratti, applicando sottili strati di carta e di colore acrilico, nel tentativo di ricomporre una fisionomia certamente deformata e sofferta, ma altresì autentica: quella che, in fondo, considera come l’essenza più intima e sincera dell’Uomo.

Ha collaborato con gallerie in Italia e all’estero, tra le quali Zaion (Biella), Isolo17 (Verona), D.Gallery e CRAG (Torino), Pugliese Arte (Firenze), Il Castello (Trento), Anywhere Art Company (Napoli), Molesworth Gallery (Dublino). Dopo l’esperienza alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Italia, Torino), nel 2013 è stato invitato ad esporre al Mart – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, nell’ambito della mostra “In risonanza. Istantanee di creatività nel cervello”.

 

www.jacopodimastrogiovanni.it

 

Per info e iscrizioni scrivi a prenotazioni@articoimpresasociale.it